Rinaldo Veri candidato Cinque Stelle alla Camera per quattro ore. Dal "patria e onore" al "chissenefrega". La stagione politica dell'ammiraglio Veri sta per concludersi? Il film della giornata

29/01/2018

Per quattro ore è stato il candidato del Movimento Cinque Stelle nel collegio uninominale n.10 di Roma, presentato in pompa magna proprio dal leader Luigi Di Maio. Quando ormai tutto sembrava concluso, essendo consigliere comunale in carica ad Ortona, è stato costretto a rinunciare. Il nostro racconto (a tratti dissacrante) della giornata.

 Luigi Di Maio e Rinaldo Veri durante la presentazione della candidatura

 

Intorno alle undici di questa mattina iniziamo ad apprendere della candidatura dell’ex ammiraglio Rinaldo Veri alla Camera col Movimento Cinque Stelle (sic!), e cominciamo a ricevere diversi messaggi e segnalazioni sulla stessa cosa. Naturalmente rimaniamo interdetti, e ci scappa una mezza risata. L’ammiraglio grillino? Questa ci mancava! Siamo passati dal “patria e onore” al “chissenefrega”. Tutto molto bello, e noi ci organizziamo per lo spettacolo.

 

Gli ortonesi ricorderanno sicuramente quando, nel febbraio 2017, nella presentazione a candidato sindaco (sostenuto dal Partito Democratico) pronunciò la frase “credo profondamente nelle parole Patria e Onore”. Circostanza obiettivamente insolita in un ambiente di centro-sinistra e sulla quale, è innegabile, tutti ci hanno giocato un po’.

 

Oggi invece assistiamo increduli, ma anche divertiti (lo ammettiamo), ad un ammiraglio formato grillino che dice (minuto 3:10 del video che segue):

 

 

La prima versione della notizia quindi è: l’ex ammiraglio Rinaldo Veri candidato alla Camera nel collegio uninominale di Ortona-Lanciano-Vasto. Pubblichiamo allora la notizia su Facebookche suscita giustamente un certo clamore. 

 

Un’ora dopo arriva la rettifica, suffragata dalla pubblicazione da parte del Movimento Cinque Stelle di un documento contenente l’elenco delle candidature uninominali: Veri è candidato nel Lazio, collegio uninominale n. 10 di Roma, quartiere di Giannicolese.

 

Ma questo è solo l’inizio. Il colpo di scena vero e proprio arriva qualche ora dopo. Mentre siamo impegnati a scrivere un articolo che non c’entra nulla con questa storia, cominciano ad arrivarci messaggi… “Veri salta”; “Forse non lo candidano più”; “Il M5S locale è in rivolta”, e via dicendo.

 

Infatti, Rinaldo Veri ad oggi è consigliere comunale in carica ad Ortona (e già questa cosa è nettamente in contrasto con il regolamento interno al Movimento: se sei eletto già da qualche parte non puoi candidarti altrove). Ma ciò che forse avrà fatto storcere ancor di più il naso ai militanti pentastellati sarà stato il fatto che Veri è stato eletto consigliere comunale perché nelle amministrative di giugno 2017 ha corso per diventare sindaco di Ortona. Sostenuto, come dicevamo all'inizio, dal Partito Democratico. In consiglio comunale, per intenderci, vota assieme al consigliere del Pd. Ecco dunque i motivi di tutto questo polverone. La vicenda si spiega da sola. Eppure non finisce qui.

 

14:43 – Arriva, attraverso un’agenzia stampa, il ritiro ufficiale di Veri, proprio con un suo comunicato.

 

A questo punto sono due i nodi che restano da sciogliere, uno che riguarda la politica regionale-nazionale, l’altro che riguarda la politica ortonese.

 

Innanzitutto resta da capire come sia stato possibile che nessuno si sia accorto di questa sorta di “incompatibilità”. Inoltre: chi ha cercato chi? È Veri che si è fatto avanti, oppure è il Movimento che ha chiamato a rapporto l’ammiraglio? Ma questa per ora è solo fantapolitica e resta il fatto, politico, che l’ammiraglio è stato costretto ad abbandonare la nave. Chissà se a questo punto l’ex comandante De Falco – quello del “vada a bordo, c***!”, ora aspirante senatore dei Cinque Stelle a Livorno – lo inviterà a “tornare a bordo”.

 

Infine, cosa succederà ora nel consiglio comunale di Ortona, dove Veri è consigliere? Il Pd ortonese lo inviterà a dimettersi, come ha già fatto, criticandolo duramente, il sindaco di Francavilla Antonio Luciani? Ricordiamo che qualora Veri si dimettesse, entrerebbe al suo posto l’ex assessore allo Sport Simonetta Schiazza. Al Pd starebbe bene?

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Commenti

Ultime dal blog

Cimitero di Ortona: lo sdegno di un turista, non basta la manutenzione fatta

05/11/2019

Cos'è successo durante il Consiglio comunale del 13 luglio

16/07/2019

Affidata la manutenzione della riserva di Punta dell’Acquabella all'associazione "Agape Cristiana"

16/07/2019

1/2
Please reload

  • Grey Facebook Icon
  • Twitter
  • Instagram
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001
© Copyright 2018 66026ilblog · Tutti i diritti sono riservati ·