Tostiano: Botta e risposta De Iure-Amministrazione. I due comunicati


Riceviamo e pubblichiamo i due comunicati:

"Illegittima la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Nazionale Tostiano"

Il Sindaco Leo Castiglione, con proprio decreto, ha provveduto a rinnovare il Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Nazionale Tostiano.

L’Istituto Nazionale Tostiano fa parte del patrimonio culturale della Città ed è stato sempre valorizzato da tutte le amministrazioni che si sono avvicendate negli anni, indipendentemente dalle appartenenze politiche.

L’ Istituto Nazionale Tostiano, ideato e promosso dal compianto Prof. Francesco Sanvitale, ha fatto conoscere le opere e le romanze del nostro prestigioso concittadino, Francesco Paolo Tosti, insieme alla nostra Città, in tutte le parti del mondo.

La creazione del Tostiano è stata decisa dall’intero Consiglio Comunale nel 1983 e la gestione è stata sempre affidata, in conformità a quanto previsto dall’art. 6 dello Statuto approvato dal Consiglio Comunale, ad un Consiglio di Amministrazione nominato dallo stesso Consiglio Comunale con l’integrazione di altri due componenti in rappresentanza della Provincia e della Regione.

Con l’amministrazione Castiglione le cose sono cambiate! Il Consiglio di Amministrazione è stato nominato con decreto Sindacale in palese difformità dello statuto approvato e modificato più volte dallo stesso Consiglio Comunale.

«A nostro modesto avviso – dichiara Domenico De Iure esponente dell’UDC – la nomina fatta da un organo incompetente è illegittima. Probabilmente il Sindaco nel procedere alla nomina con decreto ha fatto riferimento all’art.50 del testo unico degli enti locali, che prevede che presso gli enti, le aziende e le istituzioni del Comune, sia lo stesso Sindaco a nominare, nel rispetto dei criteri e delle procedure stabilite dal Consiglio Comunale, i rappresentanti nei vari organismi amministrativi degli stessi. Ma l’Istituto Nazionale Tostiano, giuridicamente, non è un ente o un'azienda o una istituzione, ma è regolato esclusivamente dal suo Statuto, per altro approvato dal Consiglio Comunale, che prevede appunto la nomina di cinque componenti del Consiglio di Amministrazione da parte del Consiglio Comunale.

In conclusione – dichiara De Iure – amministrando i soldi pubblici, il Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Nazionale Tostiano deve essere nominato legittimamente nel rispetto delle norme e dei regolamenti».

La risposta dell'amministrazione:

"De Iure ignora che anche l'amministrazione d'Ottavio ha nominato il CdA del Tostiano con un decreto sindacale": il comunicato stampa dell'amministrazione"

Il sindaco Vincenzo d’Ottavio, della cui amministrazione faceva parte anche Domenico De Iure prima come consigliere di maggioranza e poi come assessore, con il decreto n.03 datato 11 gennaio 2013 ha nominato i rappresentanti del Comune nel Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Nazionale Tostiano.

Inoltre con il decreto sindacale n.25 datato 01 settembre 2014 sempre il sindaco Vincenzo d’Ottavio ha provveduto a nominare un nuovo membro a integrazione del cda.

Anche durante la gestione commissariale,con il decreto sindacale n.05 datato 14 marzo 2017 il commissario prefettizio, Domenica Calabrese, ha prorogato il cda del Tostiano fino al’insediamento della nuova amministrazione.

Nello stesso modo il sindaco Leo Castiglione con decreto n. 09 datato 05 febbraio 2018 ha nominato i nuovi rappresentanti.

In tutti i decreti si fa riferimento al “ Regolamento sugli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune di Ortona presso Enti, Aziende, Società Partecipate ed Istituzioni, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.36 del 07/07/2008 che all’art.2, comma 1 attribuisce al Sindaco il potere di nomina dei rappresentanti del Comune.

Per cui è il Regolamento del Consiglio Comunale lo strumento di indirizzo che regola le nomine dei rappresentanti del comune negli Enti, nelle Aziende, nelle Società Partecipate e nelle Istituzioni, l’Istituto Nazionale Tostiano in particolare è un Ente Morale, inserito anche nel bilancio consolidato del Comune di Ortona.

«Ci dispiace che De Iure - sottolinea il sindaco Leo Castiglione - continui a travisare la realtà, dimenticando perfino quello che ha fatto o non ha fatto la sua amministrazione, lanciando accuse solo per un momento di notorietà».

#66026 #istitutotostiano #deiure

Commenti

Ultime dal blog

Per info su banner pubblicitari contatta 66026@gmail.com

  • Grey Facebook Icon
  • Twitter
  • Instagram
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001
66026ilblog è ideato e realizzato da