OCM Vino 2018/2019. Contributo a fondo perduto fino al 100% per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti. Campagna 2018/2019

11/06/2018

Come annunciato nei giorni scorsi, la Regione Abruzzo, con l’approvazione della campagna vitivinicola 2018/2019 dell’OCM Vino, mira ad aumentare la competitività dei produttori vitivinicoli abruzzesi, attraverso il sostegno alla realizzazione di interventi di riconversione e ristrutturazione dei vigneti finalizzati al rinnovo del patrimonio viticolo esistente, con conseguente miglioramento della qualità dei vini a denominazione di origine e a indicazione geografica.

La misura della Ristrutturazione e Riconversione dei Vigneti ha l'obiettivo di aumentare la competitività dei produttori vitivinicoli, attraverso il finanziamento di interventi per il rinnovamento degli impianti viticoli, tali da non incrementare il potenziale produttivo regionale.

Gli interventi di ristrutturazione e/o riconversione dei vigneti dovranno perseguire una o più delle seguenti finalità:

  • adeguare la produzione in termini di qualità e quantità alla domanda di mercato;

  • migliorare la qualità delle produzioni aumentando la percentuale regionale della produzione di vini a D.O. e I.G.;

  • ridurre la superficie vitata investita a vigneti atti alla produzione di "vini senza indicazione geografica" escludendola dagli aiuti;

  • valorizzare la tipicità dei prodotti legati al territorio ed ai vitigni tradizionali di maggior pregio enologico o commerciale:

  • diffondere le innovazioni nell'impianto e nella gestione dei vigneti;

  • ridurre i costi di produzione attraverso l'introduzione della meccanizzazione parziale o totale delle operazioni colturali;

  • ricollocare meglio le produzioni vitivinicole di maggior pregio nelle aree più vocate.

 

Soggetti beneficiari

Possono concorrere alle provvidenze tutti gli imprenditori agricoli, siano essi persone fisiche o giuridiche, singole o associate nelle forme previste dal Codice Civile, che siano titolari delle aziende ubicate nel territorio della Regione Abruzzo e iscritti alla Camera di Commercio.

Tipologia di interventi ammissibili

Il sostegno alla ristrutturazione e riconversione dei vigneti può riguardare una o più delle seguenti attività di intervento.

  • A – Riconversione varietale, che consiste: 

  1. nel reimpianto sullo stesso appezzamento o su un altro appezzamento, con o senza la modifica del sistema di allevamento, di una diversa varietà di vite ritenuta di maggior pregio enologico o commerciale; 

  2. nel sovrainnesto su impianti ritenuti già razionali per forma di allevamento e per sesto di impianto, e in buono stato vegetativo. 

  • B – Ristrutturazione, che consiste: 

  1. nella diversa collocazione del vigneto attraverso il reimpianto del vigneto stesso in una posizione più favorevole da un punto di vista agronomico, sia per l’esposizione che per ragioni climatiche ed economiche; 

  2. nel reimpianto del vigneto attraverso l’impianto nella stessa particella ma con modifiche alla forma di allevamento o al sesto di impianto.

  •  C - Miglioramento delle tecniche di gestione dei vigneti esistenti, anche attraverso azioni di razionalizzazione delle forme di allevamento, dei sesti di impianto, ecc. E’ esclusa l’ordinaria manutenzione.

 

Entità e forma dell'agevolazione

Il sostegno alla ristrutturazione e riconversione dei vigenti è erogato nelle seguenti forme:

  • compensazione ai produttori per le perdite di reddito conseguenti alla esecuzione della misura;

  • contributo ai costi di ristrutturazione e riconversione.

Per ogni ettaro di vigneto ristrutturato o riconvertito, a seconda del tipo di impianto, si prevede la concessione di un contributo per:

  • il costo dell'estirpazione (contributo Comunitario 50% delle spese ammissibili);

  • il costo dell'impianto (contributo Comunitario 50% delle spese ammissibili);

  • il mancato reddito per il periodo di mancata produzione (contributo Comunitario 100% delle spese ammissibili).

In tutti i casi l'importo massimo ammissibile di spesa è fissato in € 80.000,00 per progetto.

 

Scadenza

30 giugno 2018

La domanda di contributo deve essere compilata online entro il 30 giugno 2018 ed essere spedita, entro 7 giorni dal rilascio informatico, presso il Servizio Promozione delle Filiere di Pescara.

 

Scarica il bando OCM Vino Abruzzo 2018/2019.

 

Fonte

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Commenti

Ultime dal blog

Cimitero di Ortona: lo sdegno di un turista, non basta la manutenzione fatta

05/11/2019

Cos'è successo durante il Consiglio comunale del 13 luglio

16/07/2019

Affidata la manutenzione della riserva di Punta dell’Acquabella all'associazione "Agape Cristiana"

16/07/2019

1/2
Please reload

  • Grey Facebook Icon
  • Twitter
  • Instagram
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001
© Copyright 2018 66026ilblog · Tutti i diritti sono riservati ·