Nomina Autorità portuale, Bonfante (PD): Un errore non coinvolgere la minoranza

05/07/2018

Bonfante commenta la nomina, da parte di D'Alfonso, di Enzo Del Vecchio all'Autorità portuale, pungolando l'amministrazione comunale: “In occasione del Consiglio comunale dello scorso 23 aprile, tramite la consigliera Nadia Di Sipio avevamo manifestato le nostre perplessità relative non all’indiscutibile professionalità dell’Ing. Tommaso Giambuzzi, quanto al mancato percorso di condivisione nella scelta del nome da indicare alla Regione per l’Autorità di sistema portuale”

 

Nota - Il presente comunicato stampa è pubblicato integralmente ed ha valore di contributo esterno. Il contenuto non è quindi di produzione della redazione di 66026ilBlog

Matteo Bonfante, segretario del PD ad Ortona

 

Riceviamo e pubblichiamo di seguito una nota a firma del coordinatore del Pd ortonese, Matteo Bonfante.

 

"Già nella competente Commissione consiliare, la minoranza aveva proposto due possibili soluzioni - ribadite in Consiglio - che certamente avrebbero avuto più fortuna: la prima, prevedeva la chiara indicazione di un profilo professionale - più che di un nome - sul quale puntare, stabilendo come caratteristica cardine che si trattasse di un cittadino ortonese esperto in portualità e dotato delle conoscenze necessarie per affrontare le numerose sfide che attendono la città".
 

"La seconda ipotesi avanzata dalla minoranza includeva la condivisione di una rosa di nomi, in modo tale da spingere la Regione a scegliere tra una pluralità di professionisti supportati dal Consiglio comunale nella sua interezza".
 

"Tuttavia, l’Amministrazione ha preferito mettere in atto un’operazione muscolare, imponendo un nome non condiviso e privando la delibera di quell’autorevolezza che una scelta unanime le avrebbe conferito".
 

"Noi riteniamo che decisioni così importanti debbano avvenire in maniera inclusiva e rispettosa del valore di tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio, comprese le minoranze. Una posizione comune avrebbe avuto molto più peso nella determinazione della Regione".
 

"Riguardo alla ZES, ci aspettiamo dal Sindaco un po’ più di studio e approfondimento, visto che è stata la stessa Amministrazione a frenare".

 

"Il Decreto prevede che siano le regioni a individuare territorio e tipologia di attività interessate, ma dal Comune - al netto degli incontri con gli operatori - non sono arrivate proposte. Qual è secondo il Sindaco l’area che deve essere perimetrata? Quella della ZES è un’altra questione sulla quale l’amministrazione è ferma al palo".

 

"Sul tema, viste le ultime dichiarazioni, ci aspettiamo che la maggioranza sostenga l’odg. del Partito Democratico che approderà in Consiglio comunale, stavolta davvero in un clima di reale e leale collaborazione nell’interesse di Ortona".

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Commenti

Ultime dal blog

Cimitero di Ortona: lo sdegno di un turista, non basta la manutenzione fatta

05/11/2019

Cos'è successo durante il Consiglio comunale del 13 luglio

16/07/2019

Affidata la manutenzione della riserva di Punta dell’Acquabella all'associazione "Agape Cristiana"

16/07/2019

1/2
Please reload

  • Grey Facebook Icon
  • Twitter
  • Instagram
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001
© Copyright 2018 66026ilblog · Tutti i diritti sono riservati ·