Prg, si va verso le osservazioni. L’amministrazione inizia il giro di quartieri e contrade per confrontarsi con la popolazione ortonese

30/10/2018

L'assessore Gianni Totaro al circolo bocciofilo Fonte Grande (29/10)

 

A breve inizierà la fase delle osservazioni che durerà 45 giorni. Intanto Sindaco, assessori e consiglieri comunali girano il territorio ortonese per spiegare il Prg e ciò che i cittadini potranno ottenere con le osservazioni. Il ‘tour’, iniziato il 29 ottobre con gli incontri di Fonte Grande e Caldari, si concluderà a San Leonardo, il 6 novembre. Il 5 si terrà invece un incontro alla sala 'Eden'. Castiglione: “agli ortonesi stiamo spiegando senza inganni ciò che possono davvero ottenere con le osservazioni e ciò che abbiamo in mente”. Totaro: "soddisfatti da interesse cittadini"

 

Gli incontri sul territorio. Quando manca davvero poco all’inizio della fase delle osservazioni – in cui chiunque può proporre modifiche al Prg adottato lo scorso 20 ottobre – l’amministrazione comunale fa partire da Fonte Grande e Caldari un ‘tour’ del territorio ortonese a tema Prg, “per spiegare le ragioni per cui siamo arrivati a prendere la decisione di adottare questo piano regolatore”, sottolinea il sindaco Leo Castiglione, in prima linea con l’assessore all’Urbanistica Gianni Totaro in questa iniziativa. “Abbiamo trovato cittadini accoglienti che hanno compreso le ragioni – aggiunge il Sindaco – di un piano regolatore che sarà approvato nell’interesse dei cittadini e della comunità”. Soddisfatto anche l’assessore: “stiamo esponendo le procedure dando consigli su come muoversi per le osservazioni e devo dire che c’è interesse da parte della popolazione. C’è chi vorrebbe apportare migliorie, chi rendere edificabili alcune aree e chi invece retrocederne altre”.

 

QUI TUTTE LE DATE DEGLI INCONTRI SUL PRG ORGANIZZATI DALL'AMMINISTRAZIONE

 

Per 45 giorni la parola ai cittadini: la fase delle osservazioni. Chiunque, dal momento della pubblicazione sul Bura dell'avviso del Prg adottato, avrà per 45 giorni la possibilità di presentare proprie osservazioni rispetto allo stesso piano. Queste osservazioni, poi, dovranno essere “controdedotte” (cioè esaminate e votate dal Consiglio comunale), una per una. Se una osservazione viene approvata dal Consiglio, questa va ad integrare il piano stesso, che viene successivamente approvato in via definitiva. La pubblicazione dell'avviso sul Bura dovrebbe avvenire mercoledì 31 ottobre; quindi la fase delle osservazioni dovrebbe terminare il 15 dicembre, cioè dopo 45 giorni effettivo. Il Prg sarà pubblicato quindi sul sito del Comune di Ortona e consultabile anche fisicamente presso la Segreteria Comunale. Le osservazioni potranno essere depositate presso l'Ufficio protocollo, attraverso dei moduli messi a disposizione sempre sul sito del Comune.

 

“Vogliamo approvare il Prg entro il 2019 – dichiara il primo cittadino Leo Castiglione – per poi inserire delle varianti puntuali che rispecchieranno la nostra idea di sviluppo della Città, a seconda delle varie zone”.

Come si presentano le osservazioni? “Stiamo spiegando ai cittadini come fare per presentare le osservazioni, cioè – spiega il Sindaco – attraverso un apposito modulo che verrà caricato sul sito del Comune e che potrà essere consegnato presso l’Ufficio tecnico”. Che genere di osservazioni potranno essere accolte? “In questi giorni stiamo dicendo agli ortonesi, concretamente e in tutta onestà, quello si può davvero fare – ha proseguito Leo Castiglione –. Si possono presentate osservazioni sia in aumento che in regresso, compatibilmente con le norme urbanistiche e il Prg adottato. Non potremo rendere edificabile qualsiasi cosa!”. E su questo entra nel dettaglio l’assessore all’Urbanistica Gianni Totaro: “chi ha un terreno agricolo vicino ad un’area edificabile ha più possibilità di chiedere il cambio di destinazione attraverso un’osservazione e viceversa vale per le retrocessioni. Questo è d’obbligo – spiega l’assessore – perché, oltre al limite dei 33.900 abitanti, dobbiamo garantire l’omogeneità del piano. In ogni caso – aggiunge Totaro – ci tengo a sottolineare che i cittadini potranno fare anche osservazioni su aspetti generali del piano, al di là dell’edificabilità o meno delle varie aree”.

 

Il terzo incontro del 30/10 presso il "Dirty Dancing" in C.da Arielli

 

Il limite dei 33.900 abitanti. Ricordiamo che il Prg adottato prevede, al momento, un massimo di abitanti insediabili pari a 32.000. Con le osservazioni, questo numero potrà – teoricamente – diminuire oppure aumentare di 1.900 abitanti, ovvero di ciò che manca per raggiungere quota 33.900, il massimo consentito dalle norme urbanistiche per quanto riguarda Ortona.

 

La "maxi-osservazione". Infine, c’è da considerare la volontà dell’amministrazione – più volte dichiarata – di presentare delle proprie osservazioni. “Nella nostra ‘maxi-osservazione’ – fa sapere Leo Castiglione – predisporremo zone di verde pubblico ed altre dove potranno inserirsi strutture turistiche ricettive”. “La settimana prossima ci incontreremo con i progettisti del piano per iniziare a lavorare a questa nostra osservazione”, dichiara invece in tal proposito Gianni Totaro.

 

 

Sul Prg ti consigliamo di leggere anche:

Intervista a Gianni Totaro: "Nostra osservazione d'ufficio darà darà indirizzo strategico-amministrativo al Prg" (17/10/2018)

AbruzzoLab, sede aperta per consultare il Prg (18/10/2018)

Prg adottato dal Consiglio comunale. Ed ora? (22/10/2018)

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Effetto_Masaggio_SCRITTA_VETRINA_STUDIO_

Commenti

Ultime dal blog

"Daremo la giusta ricompensa a Caldari per lo sforzo compiuto a beneficio di tutta la Città. Prossime elezioni? Al momento punterei ancora sul ci...

07/08/2020

Polidori: "Ortona è bloccata. Solo noi sulla costa non cresciamo"

02/08/2020

Schiazza: "Castiglione-bis da evitare nel 2022. Sulla gestione dei fondi del Teatro serve chiarezza."

24/07/2020

1/2
Please reload

Per info su banner pubblicitari contatta 66026@gmail.com

  • Grey Facebook Icon
  • Twitter
  • Instagram
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001
66026ilblog è ideato e realizzato da