Quale sarà la prossima giunta? Ecco il toto-assessori

Si va verso le riconferma di Marcello Di Bartolomeo al Bilancio e di Cristiana Canosa (che però sarà anche vicesindaco) ai Lavori Pubblici e alle Manifestazioni. Anche il giovane Sorgetti ("Cittadini Consapevoli") avrà sicuramente un posto in Giunta, probabilmente con deleghe a Sport, Politiche Giovanili ed altre eventualmente ancora da decidere. Intanto la lista "Forza Leo per Ortona" di Lucio Cieri spinge per le deleghe ad Urbanistica e Agricoltura, che verrebbero assegnate a Simonetta Faraone (scendono le quotazioni di Paolo Cieri). Il sindaco starebbe valutando l'ipotesi di dare rappresentanza in Giunta a tutte le cinque liste, compresa "Ortona Civica", rimasta esclusa dal riparto dei seggi. In tal caso, il favorito sarebbe il più votato della lista Piero Meo. L'alternativa sarebbe invece una figura tecnica "esterna". Rebus presidenza del Consiglio: l’ex vice sindaco Polidori e Italia Cocco ("Il Comune delle Idee") in lizza per la Presidenza del Consiglio, ma non ci sono solo loro.


*ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO*


Le certezze. Il Sindaco con tutta probabilità confermerà gli assessori Cristiana Canosa (con deleghe a Manifestazioni, Turismo, Commercio, Lavori Pubblici e Decoro Urbano) e Marcello Di Bartolomeo al Bilancio. Per la Canosa, inoltre, si prospetta un ruolo da vicesindaco. La più votata di sempre ad Ortona con 547 preferenze, sembra infatti non avere alcun rivale per ricoprire questa carica che nella Giunta precedente è stata ricoperta da Vincenzo Polidori.


La deleghe in ballo. Tolte quelle quasi certe di Cristiana Canosa e Marcello Di Bartolomeo, restano libere diverse deleghe importanti come Sociale, Agricoltura, Scuola, Cultura, Porto, Urbanistica, Sanità, Ambiente, Demanio e riserve, Mobilità, Programmazione Europea, Sport e Politiche Giovanili, Attività Produttive e Lavoro, Protezione Civile. Nulla toglie, poi, che a queste deleghe se ne possano aggiungere di nuove o che le stesse vengano accorpate. E c'è sempre la possibilità che alcune du queste vengano assegnate ai consiglieri comunali.


La Giunta Castiglione-bis. Forte delle sue 356 preferenze con le quali è risultato il secondo più votato della maggioranza, Antonio Sorgetti (lista “Cittadini Consapevoli”) è in corsa per le deleghe a Sport, Politiche Giovanili, Mobilità Sostenibile e Viabilità, ma anche per Ambiente e Sociale. Intanto, la lista "Forza Leo con Ortona", riconducibile all'ex presidente del Consiglio del Fratino-bis, Lucio Cieri, pare sia intenzionata ad ottenere Agricotura e Urbanistica, deleghe che andrebbero ad una delle due elette Simonetta Faraone e Federica Paolucci, con la prima che sarebbe favorita avendo ricevuto più preferenze della seconda. Si starebbe infatti allontanando l'ipotesi di Paolo Cieri in Giunta, che in questo modo, però, entrerebbe in Consiglio essendo il primo dei non eletti. Sembrano restare aperti, inoltre, gli spiragli per la lista “Ortona Civica”, rimasta esclusa dal riparto dei seggi ma che potrebbe essere accontentata comunque dal sindaco Leo Castiglione con l’ingresso in squadra del primo della lista in termini di consensi, Piero Meo, al quale verrebbero assegnate deleghe come Programmazione Europea, Lavoro, Cultura ma anche una delega pesante come il Sociale qualora nessuno la dovesse accettare. L'alternativa all'assessorato per "Ortona Civica" sarebbe una figura tecnica.


Il rebus della presidenza del Consiglio. Dando un assessore per lista, tutte le componenti politiche sarebbero rappresentate in Giunta ma resterebbe comunque un incarico da conferire: quello del Presidente del Consiglio. L'ex vicesindaco Vincenzo Polidori parrebbe essere attualmente in vantaggio per ricoprire questo ruolo, anche se nelle ultime ore è spuntato il nome di Italia Cocco (della stessa lista di Polidori - "Il Comune delle Idee"). In questo modo, però, la bilancia penderebbe a favore di una lista arrivata terza in termini di consensi. Se scendono le quotazioni di Antonio Sorgetti per questa carica, restano infatti solide quelle della presidente uscente Simona Rabottini ("Cittadini Consapevoli"), nomina che andrebbe a riequilibrare il peso elettorale delle nomine, considerato che alla lista "La Città Ideale" andrà anche il vicesindaco oltre che un assessorato pesante e perciò potrebbe ritenersi già congruamente rappresentata. Ad ogni modo, appare plausibile, proprio perché arrivata prima, considerare in corsa per la presidenza anche la lista di Cristiana Canosa con l'amministratrice condominiale Katia Bolletta che potrebbe essere un nome spendibile in tal senso. Difficile però, tutto sommato, immaginare Vincenzo Polidori fuori dai giochi, in un rebus-presidenza che potrebbe riflettersi sulla composizione della Giunta.


Ricapitolando

Lo schema seguito dal Sindaco potrebbe essere il seguente, considerando che la Giunta è composta da 5 membri e che deve essere garantita la parità di genere per almeno 2 su 5 di questi e che c'è da individuare anche il Presidente del Consiglio Comunale:


1) assessorato (più vicesindaco) alla lista "La Città Ideale" (1482 voti): Cristiana Canosa (Manifestazioni, Turismo, Commercio, Lavori Pubblici);

2) assessorato alla lista "Cittadini Consapevoli" (1272 voti): Antonio Sorgetti (Politiche Giovanili, Sport, Mobilità sostenibile, Ambiente);

3) assessorato alla lista "Il Comune delle Idee" (1246 voti): Marcello Di Bartolomeo (Bilancio);

4) assessorato alla lista "Forza Leo per Ortona": Simonetta Faraone/Federica Paolucci (Agricoltura e Urbanistica);

5) assessorato alla lista "Ortona Civica": Piero Meo (Sociale, Cultura);

6) Presidenza del Consiglio: Vincenzo Polidori/Italia Cocco ("Il Comune delle Idee") oppure Simona Rabottini ("Cittadini Consapevoli") oppure Katia Bolletta ("La Città Ideale").


I tempi. La legge prevede che entro dieci giorni dalla proclamazione del Sindaco (avvenuta mercoledì 29 giugno) debba essere convocata la prima seduta del Consiglio Comunale (quindi entro il 9 luglio) e che questa si riunisca entro dieci giorni dalla sua convocazione. Potenzialmente, quindi, il sindaco Leo Castiglione avrà tempo fino al martedì 19 luglio per scegliere i componenti della nuova Giunta, che deve essere formata da 5 assessori compreso il vicesindaco.


I possibili subentri in Consiglio Comunale. I vari passaggi dal Consiglio alla Giunta favoriranno molto probabilmente la nomina a consigliere comunale di Andrea Florindi (“Il Comune delle Idee”), Katia Bolletta (“La Città Ideale"), Paola Di Sipio (“Cittadini Consapevoli”) e Paolo Cieri ("Forza Leo per Ortona"). Si allontanano le possibilità di subentro per Zefferino Sanvitale (“Cittadini Consapevoli”) e Nicoletta Di Meo ("Il Comune delle Idee") con il primo che però potrebbe subentrare nel caso in cui il Sindaco scegliesse Paola Di Sipio come quinto assessore. Seguendo lo stesso ragionamento, se a prendere il quinto assessore sarà la lista "Il Comune delle Idee", ci sarebbero possibilità di subentro anche per Derirèe Ferraioli, seconda dei non eletti della lista di questa lista.


L'attuale composizione del Consiglio Comunale e i "primi" dei non eletti per ciascuna lista rappresentata


Commenti